venerdì 17 aprile 2015

I luoghi del Mostro (2)



Zona FIRENZE Nord – Calenzano; vi ha luogo un duplice omicidio

Barberino di Mugello: casello autostradale; residenza di una compagna di Salvatore Vinci

 Briglia di Vaiano: residenza di Salvatore Vinci

Calenzano (Travalle): omicidio del 1981 (ottobre)

Calenzano (centro): residenza di Giovanni Faggi

Campi Bisenzio (via Pistoiese): vi arriva nella notte sul 22 agosto Natalino Mele

Carmignano: residenza di "Carlo" (A.V.) nel 1983

Firenze centro (via Cironi): residenza e luogo di lavoro di Salvatore Vinci

Legri: un'altra tra le molte residenze temporanee di Salvatore Vinci prima del suo stabilimento in Firenze, via Cironi.

Monte Morello: (falso) avvistamento delle vittime francesi datata 4 settembre 1985. Vi viene trovato un cerchio di pietre (!)

Monti della Calvana: frequentati dai pastori sardi per pastorizia e sequestri di persona negli anni Settanta - Ottanta

Poggio a Caiano (strada per Carmignano): il 29 settembre 1985 vi vengono ritrovate 32 cartucce Winchester Serie H

Prato: residenza di Salvatore Vinci; bar "dei sardi" in piazza Mercatale

Quarrata: ovile di Francesco Vinci

San Piero a Sieve: vi viene imbucata la lettera diretta al PM Della Monica contenente il lembo di seno di Nadine Mauriot

Scarperia: Piero Pacciani vi fa la conoscenza di Giovanni Faggi



8 commenti:

  1. Embè? Ormai lo sanno anche i sassi quali sono i luoghi dei delitti; ah....dimenticavo ! Il tutto è funzionale alla pista sarda con coinvolgimento eventuale anche del Pacciani. Geniale, non c'è che dire . Ma alquanto banale e scontato. Senza rancore.

    RispondiElimina
  2. è per i neofiti, non per gli esperti come te. inoltre, non tutti hanno a disposizione la cartografia degli anni Ottanta, ad esempio i caselli autostradali a sud di firenze sono cambiati. infine, costruire un profilo geografico è fondamentale; sono convinto che ha contato molto anche nella costruzione dell'accusa contro pacciani.

    RispondiElimina
  3. Già concordo. Acc...hai imparato a reagire con raziocinio alle mie provocazioni e non è da tutti. Complimenti ! In effetti poi hai ragione, i caselli autostradali odierni, hanno delle differenze, rispetto a quelli di allora, tant'è che anch'io intorno a Firenze ( ex Signa, Calenzano, Scandicci e altro ) a volte mi sbaglio non abitando più in loco da una vita . Bye !

    RispondiElimina
  4. naturalmente definendoti "esperto" stavo scherzando :-)

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  6. Ah...già un potente impotente è anche un ossimoro e calembour al contempo , no? Sottolineo il "no" interrogativo finale di natura " mariovanniana". Il Torsolo insomma, il postino fi S. Casciano, no?

    RispondiElimina
  7. grazie all'amico Ale, Paccianista sommo, ho appurato che Scarperia non è tra i luoghi di residenza di Miranda Bugli; lo fu invece Montelupo Fiorentino. Chiedo venia. Ho corretto anche il post precedente.

    RispondiElimina

Il tuo messaggio apparirà dopo essere stato approvato dal moderatore.