lunedì 20 aprile 2015

I luoghi del Mostro (3)



Mugello e Val di Sieve: vi avvengono due omicidi
(elenco redatto con la collaborazione di Ale, sommo Paccianista)

Ampinana (frazione di Vicchio): vi nacque Pietro Pacciani

Bovino: vi lavorò Pietro Pacciani dal 1965 al 1970 compreso; in un casolare, secondo la testimonianza Lotti, sarebbe stata nascosta la pistola dopo il delitto del 1984

Ca' Burraccia (fuori mappa, a nord di Firenzuola, quasi in provincia di Bologna): residenza di Giovanni Calamosca, vi fu arrestato Francesco Vinci il 15 agosto 1982

Dicomano (loc. Riconi): sede di una cooperativa agricola a breve distanza dalla Boschetta, oltre la Sieve

Molin del Piano (via della Ciancola): frazione di Pontassieve, residenza di Pasquale Gentilcore

Pesciola: frazione di Vicchio, residenza di Stefania Pettini

Pontassieve – Rufina – Dicomano - Vicchio: itinerario che, secondo la testimonianza Lotti, sarebbe stato seguito dai Compagni di Merende per recarsi dal piazzone di San Casciano (via Galluzzo - il Girone) al luogo del delitto del 1984; residenza di Giovanni Foggi

Ponte a Vicchio: presso la Casa del Prosciutto, sulla Sieve, si ristoravano Lotti e la Nicoletti

Rabatta: località tra Borgo San Lorenzo e Vicchio; omicidio del 1974

Rincine (Londa): residenza di Miranda Bugli che vi riceve una visita di Pietro Pacciani

Rostolena (Vicchio): vi abitava Severino Bonini, ucciso da Pietro Pacciani nel 1951

Sagginalese: strada secondaria da Borgo San Lorenzo a Ponte a Vicchio, una deviazione porta a Rabatta

San Pier Maggiore – San Martino a Scopeto – Bricciana: itinerario su sterrata campestre che, secondo la testimonianza Lotti, sarebbe stato seguito dai Compagni di Merende per fuggire dal luogo del delitto del 1984

Via Faentina e via Bolognese: itinerari che collegano Firenze nord con il Mugello (San Piero a Sieve, Borgo San Lorenzo), non vi avvengono delitti

Vicchio (centro): residenza di Pia Rontini e Claudio Stefanacci

Vicchio (la Boschetta, strada tra San Pier Maggiore e Bovino): omicidio del 1984

Vicchio (lago di Montelleri): luogo di un presunto agguato fallito nel 1978, ad opera di Pietro Pacciani

Villore (Tassinaia): frazione di Vicchio, Pacciani vi uccise Severino Bonini nel 1951

2 commenti:

  1. Non ho colto il riferimento a Dicomano ed alla cooperativa agricola, ha qualche attinenza con i delitti o gli indagati? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si tratta del Forteto, cooperativa venuta alla ribalta per tutt'altre questioni e che qualcuno (non io) ha accostato, ritengo senza alcuna prova se non la vicinanza geografica, al caso criminale del Mostro.

      Elimina

Il tuo messaggio apparirà dopo essere stato approvato dal moderatore.